Skip to content

Bersani, il PD e le alleanze

agosto 18, 2009

“Il PD deve recuperare le radici più profonde, cattoliche popolari e socialiste, abbandonare la retorica del nuovismo e dell’antipolitica e finirla con l’antiberlusconismo sciocco”. Così Pierluigi Bersani in un’intervista rilasciata al settimanale Tempi. Il ragionamento non fa una piega, a parte il recupero delle radici cattoliche popolari di cui si farebbe tranquillamente a meno, ma tant’è. Bersani resta, a tutt’oggi, il candidato più credibile alla segreteria del PD. Su questo non ci piove. Quello che invece mi preoccupa, da diverso tempo a questa parte, è la strategia delle alleanze e alcuni passaggi dell’intervista non mi hanno tranquillizzato affatto. Partendo dal presupposto che il recupero del dialogo con Di Pietro è d’obbligo per vincere le elezioni (fosse per me l’Italia dei Valori starebbe bene lì dov’è, ma il risultato delle ultime europee non si può ignorare), ritengo auspicabile un’apertura alla sinistra radicale, almeno alla parte “vendoliana”. Ho sempre creduto, a tal proposito, che con Bersani segretario tutto questo fosse possibile. Da qualche tempo però, sto iniziando a temere che comunque vadano le primarie si profili un funesto apparentamento con l’UDC. Molti nel partito spingono in questo senso fin dal giorno successivo la sconfitta dell’aprile 2008 e stanno lavorando per rendere fattibile questo scenario. Spero vivamente di sbagliarmi, altrimenti una pietra tombale sarà posta su quello che rimane della sinistra italiana.

Annunci
7 commenti leave one →
  1. zamparini permalink
    agosto 18, 2009 22:51

    Bersani parla del coraggio di riscoprirsi cattolici (!) cosi’ i clericali del PD son contenti e ci si prepara ad un’alleanza con gli integralisti dell’UDC. Complimenti davvero! Laicita’ questa sconosciuta, diritti delle donne, dei gay, dei malati, delle minoranze religiose, non-credenti e diversamente credenti manco a parlarne, insomma un’edizione post-moderna del catto-comunismo. Ci vorra’ pero’ un bel po’ di propaganda per vendere questa roba qua come nuovo.

    ciao, gabriele
    http://zamparini.wordpress.com

  2. Lorenzo permalink
    agosto 18, 2009 22:55

    Io invece sostengo ignazio marino.
    Non perchè non mi piaccia Bersani,anzi!Ma perchè pur dando bersani l’immagine di concreto…sento troppo un aurea UDC e dalemiana, cosa che dietro marino non sento!Poi dietro lui c’è Pippo civati (Giovane molto intelligente e concreto).
    Ecco alcuni Link: http://www.ignaziomarino.it, civati.splinder.com

  3. sim0n3 permalink*
    agosto 19, 2009 21:22

    @ gabriele: quello che dici mi sembra un tantino esagerato. Anch’io, e l’ho scritto nel post, temo l’alleanza con l’UDC, ma non credo che la segreteria di Bersani si distinguerà per una scarsa attenzione alla laicità, ai diritti delle donne, dei gay e degli atei. Indubbiamente in questo momento il PD non ha una linea ben precisa su questi temi ed è certamente una mancanza clamorosa, ma domani potrebbe non essere così.

    @ lorenzo: dietro Bersani non credo ci sia l’aurea dell’UDC (quella di D’Alema invece c’è eccome). La mia paura è che l’alleanza con Casini possa passare come l’unica via per battere la destra. Per quanto riguarda Marino ha tutta la mia ammirazione, soprattutto per quanto fatto, prima di essere ignobilmente rimosso, alla commissione sanità.

  4. zamparini permalink
    agosto 20, 2009 11:11

    @ sim0n3

    solo in italia un partito dalle posizioni integraliste, fondamentaliste, omofobe, un partito reazionario, ultraclericale puo’ spacciarsi come “centro”. Ricordo a me stesso che quando Buttiglione provo’ ad avere una poltrona da commissario europeo, l’europa lo rispedi’ al mittente con la scritta NO GRAZIE. In europa quelle posizioni razziste non sono ben viste; in italia invece non solo gli integralisti clericali riescono a spacciarsi per il “centro” e si definiscono “moderati” ma la classe dirigente del PD non vede niente di strano a proporre alleanze con questi estremisti. Non e’ un caso che Bersani nell’intervista a Tempi non parli di laicita’. Una volta c’era andreotti che veniva osannato alle feste di comunione e liberazione; oggi abbiamo bersani. I tempi cambiano, la regressione culturale spaventosa del paese sembra non avere mai fine.

    La scarsa attenzione (ed e’ un eufemismo) di bersani e della classe dirigente del PD verso laicita’, liberta’ fondamentali e diritti civili e’ sotto gli occhi di tutti; in europa (e non solo) non ci ridono dietro solo per le rocambolesche avventure sessuali di berlusconi. Ma i media italiani non ne parlano molto, e i bersani di turno sono solo interessati a fare patti coi clericali in vista delle poltrone. Non mi sembra questa classe dirigente del PD sia all’altezza di frenare per lo meno quella regressione culturale spaventosa di cui sono in parte responsabili.

    Tra tanti laici a parole e opportunisti nella vita, non e’ un caso che la laicita’ delle istituzioni repubblicane sia difesa all’interno del PD da un credente autentico come Marino a cui va la mia stima, il mio rispetto e il mio supporto.

    ciao,
    gabriele

  5. emi permalink
    agosto 21, 2009 08:34

    Diamogli un po’ di fiducia a sto’ Bersani, non è ancora segretario e lo abbiamo già condannato per un possibile, non certo, accordo con l’UDC. Condivido in pieno il post di Simone (ammiro anch’io Vandola) e le sue perplessità nel caso, e sottolineo, nel caso in cui Bersani concludesse un accordo con l’UDC. In quel caso sarò la prima a stracciare la tessera!

  6. sim0n3 permalink*
    agosto 21, 2009 08:39

    Infatti secondo me merita almeno un po’ di fiducia e l’appoggio iniziale. Se poi si distinguerà per ciò che ha scritto Gabriele, di tessera stracciata ci sarà anche la mia…

  7. zamparini permalink
    agosto 21, 2009 09:00

    ma invece di stracciare le tessere dopo, perche’ non appoggiare marino adesso? a me sembra chiaro cosa molta parte della classe dirigente del PD vuole fare, e non e’ una mia opinione, sono loro stessi a dirlo e basta vedere come si sono comportati in tema di laicita’, diritti civili e gay rights, testamento biologico, il silenzio incredibile sugli attacchi eversivi clericali alle istituzioni repubblicane… avete letto l’intervista di rodota’ a liberazione? http://zamparini.wordpress.com/2009/08/15/congresso-democratico-e-regressione-culturale-spaventosa/

    per non parlare della questione morale che dentro al PD e’ grande come una casa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: