Skip to content

Tutte le verità di Giovanardi

novembre 10, 2009

giovanardi01gStamattina mentre davo un’occhiata ai giornali, ho riflettuto sulla grande serie di verità che, in questi ultimi tempi, Carlo Giovanardi ha regalato al paese. Spaziando fra i più disparati argomenti, dal sistema penitenziario all’aviazione civile fino alla pedofilia, il cattolicissimo ma cattivissimo Carlo, ha donato soluzioni anche ai casi più spinosi, quelli che tutti credevamo cronicamente insoluti. Un ragazzo, ad esempio, viene arrestato per possesso di una minima quantità di sostanze stupefacenti e dopo una settimana si ritrova morto sul lettino di un obitorio col corpo pieno di lividi, echimosi e fratture. Ovviamente scoppia subito il caso e finiscono sotto accusa gli agenti che lo hanno incarcerato e quelli che lo hanno avuto in custodia. Ma ecco che il nostro, ci porge subito la soluzione: il ragazzo è morto perché anoressico. D’altra parte tutti noi sappiamo che le vertebre fratturate, gli occhi fuoriusciti dalle orbite e la mandibola spaccata sono tipici sintomi da disturbo del comportamento alimentare. Ma questa è solo l’ultima verità che Carlo Giovanardi ci ha consegnato. Decine e decine di periti, di ingegneri e di esperti, hanno tentato per venti lunghi anni, arrovellandosi il cervello su ogni singolo resto del velivolo recuperato dal mare, di comprendere il perché un aereo di linea con 81 persone a bordo sia precipitato una sera di giugno del 1980 nei pressi di Ustica. Tempo e solti sprecati, sostiene Carletto. Per lui quell’aereo si è destrutturato in volo perché trasportava sardine sotto sale. Il sale, com’è noto, corrode e quindi il velivolo si è corroso. Fantastico. Quando poi gli hanno spiegato che la sua ipotesi era un tantino improponibile e che c’erano di mezzo degli aerei militari americani, una possibile esercitazione NATO e gravissimi depistaggi da parte dell’Aeronautica, il Giova ha cambiato idea ed è ripiegato sulla bomba di un terrorista. Peccato però che sui resti del velivolo non ci sia alcuna traccia di esplosione. Dulcis in fundo, mentre è in corso un procedimento penale per stabilire se dei bambini abbiano o meno subito degli abusi sessuali nel proprio asilo da parte delle maestre, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ci comunica che la vicenda è tutta una bufala mediatica e che la pedofilia è un fenomeno circoscritto, più immaginato che esistente nella realtà. Pregherei a questo punto Giovanardi di rallentare la frequenza con cui ci comunica il proprio pensiero su fatti così importanti, perché a tutte queste verità in Italia non siamo abituati.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: