Skip to content

Predicare bene e insabbiare meglio

febbraio 9, 2010

“La Chiesa, lungo i secoli, sull’esempio di Cristo ha promosso la tutela della dignità e dei diritti dei minori e, in molti modi, si è presa cura di essi. Purtroppo, in diversi casi alcuni dei suoi membri, agendo in contrasto con questo impegno, hanno violato tali diritti: un comportamento che la Chiesa non manca e non mancherà di deplorare e di condannare”. Ha aspettato un’eternità, ma alla fine anche Ratzinger è riuscito ad assumere una posizione univoca sullo scandalo dei preti pedofili. Per la serie “meglio tardi che mai”. Peccato però che il suo atto d’accusa, oltreché tardivo, sia a dir poco risibile. La Chiesa in tutta la sua esistenza non ha né deplorato, né condannato, né tanto meno reso pubblici i crimini dei preti pedofili, ma li ha semplicemente insabbiati. Già con il Crimen sollicitationis del 1962 e ancor più con la De delictis gravioribus, lettera firmata dallo stesso Ratzinger ai tempi in cui era a capo della Congregazione per la dottrina della fede e inviata a tutti i prelati del mondo nel 2001, la Chiesa ha letteralmente “scippato” alle autorità competenti la possibilità di giudicare tali crimini, creando le condizioni affinché tutto restasse nel proprio alveo. Pochi lo sanno, ma per la copertura data ai preti responsabili di abusi sui minori in Texas, Ratzinger è stato addirittura indagato dalla giustizia americana (anche se usufruendo del legittimo impedimento non si è mai presentato davanti al giudice, un po’ come Berlusconi). Insomma denunciare ed attaccare violentemente oggi, quello che si è coperto fino a ieri, mi sembra un tentativo di salvarsi all’ultimo tuffo, dando all’opinione pubblica e ai mass media ciò che hanno sempre voluto avere.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. gredase permalink
    febbraio 9, 2010 20:56

    1- non è vero, l’allor cardinal ratzinger denunciò il marcio della Chiesa in questo senso anche poco prima che Giovanni Paolo II morisse.
    2- è vero che la chiesa “scippa” alle autorità civili la punizione di certi reati, ma perchè la Chiesa è un ordinamento che ritiene di aver giurisdizione sui suoi membri. forse è un’idea antica, ma la Chiesa è antica, noi giudichiamo alla luce di un diritto che ha a malapena qualche secolo essa ha usi più vecchi.
    del resto il caso calipari dimostra, o quello degli aerei USA che tanciarono i cavi sella funivia provocando la morte di diversio civili, dimostra che la Chiesa si comporta come tutti gli Stati. gli stati uniti hanno insabbiato entrambi i csi e promosso subito dopo quegli assassini. nonostante tutto la posizione della Chiesa resta poco condivisibile.
    3- non credo, e non spero, che l’immagine pubblica della Chiesa ne esca bene

  2. sim0n3 permalink*
    febbraio 10, 2010 20:34

    1 – Ho i miei dubbi.
    2 – Se lo fanno gli Usa, non significa che anche gli altri siano autorizzati a farlo. La Chiesa ragiona con un diritto antico va bene, ma su certi argomenti non si scherza, per cui deve aggiornarsi.
    3 – Sono d’accordo. L’immagine della Chiesa è già ai minimi storici e tutto questo non può aiutarla…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: