Skip to content

Perché spero che il Pdl venga riammesso

marzo 5, 2010

Intendiamoci subito: le responsabilità di ciò che è accaduto sono tutte interne al Pdl, che paga le divergenze con la Lega al nord e la lotta fra ex An ed ex Fi nel Lazio. Non penso ci siano di mezzo né complotti squadristi dei radicali (sono riusciti a dire anche questo), né golpe da parte dei giudici, né responsabilità dell’opposizione. Se l’Italia fosse un paese normale, la questione della mancata presentazione delle liste non avrebbe neppure un seguito: il gioco ha delle regole ben precise e chi non le rispetta paga con l’esclusione. Amen. L’Italia di oggi però, violentata da 16 anni di berlusconismo, ha più ben poco di normale e ciò che varrebbe senza se e senza ma in qualunque altro paese del mondo, da queste parti non può neppure essere preso in considerazione. Prendiamo il caso del Lazio e della provincia di Roma. Qui non riammettere la lista del Pdl vorrebbe dire rischiare di andare incontro a problemi seri e di non facile soluzione, primo fra tutti quello dell’ordine pubblico. Non voglio finire per teorizzare, come hanno fatto Pansa e Belpietro, assalti ai seggi e aggressioni ai candidati del centrosinistra, tuttavia permettere a questa destra fascistizzante di frequentare la piazza per giorni, può diventare davvero pericoloso. Secondo, ma non meno importante, con il Pdl fuori gioco il voto inevitabilmente finirebbe per radicalizzarsi e confluire su La Destra di Storace, o peggio, su Forza Nuova e sulle altre liste estremiste. Anche prefigurando una vittoria della Bonino e ammettendo che non tutti i consensi del Popolo della Libertà convergerebbero sulle ali estreme, porre freno a formazioni del genere, rafforzate dai finanziamenti post voto e da una ritrovata visibilità, sarebbe davvero molto difficile. Senza contare che l’estrema destra romana è già legittimata dalla presenza di Alemanno in Campidoglio ed ha mostrato negli ultimi mesi tutta la sua pericolosità ed il sud del Lazio, come ben si sa, è incline a nostralgie mussoliniane e garantisce alle forze più radicali percentuali da capogiro ad ogni consultazione. Insomma, una destra neofascita già molto forte nel sud della regione e potenziata dalla mancata presenza del Pdl a Roma, sarebbe senza dubbio da temere. Spero perciò che il Pd e tutte le forze di opposizione calcolino bene i rischi e i vantaggi prima di presentarsi al muro contro muro e che in un modo o in un altro la lista del Pdl sia riammessa, anche a costo di ingoiare l’ennesima legge ad uso e consumo di chi ci governa per rendere lecito oggi ciò che era proibito ieri. Perché in fin dei conti, subire una simile ingiustizia, con l’aria che tira, è soltanto il male minore.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. pinoromeo permalink
    marzo 5, 2010 15:37

    Rileggi quello che hai scritto e capirai perchè hai la mente incasinata. L’unico modo per salvare questo paese è il rispetto delle condizioni minime di regole.Con la corruzione,il bavaglio al sistema dell’informazione,la crescita della disoccupazione,l’aumento delle tasse,l’aumento del debito pubblico,la scissione dell’Italia,voi continuate a baloccarvi col gioco delle tre carte di Finie Berlusconi.Una sinistra seria pretenderebbe che si affrontassero questi problemi.Sul terreno che vuole la destra: veline e chiacchiere sono invincibili.

  2. sim0n3 permalink*
    marzo 5, 2010 17:22

    Pinoromeo, non si tratta di metterla sul tereno delle “veline e delle chiacchiere”. Si tratta di scegliere il male minore, che in questo caso è la riammissione del Pdl. Preferisco sorbirmi l’ennesima legge che contravviene alle regole, piuttosto che vivere quattro anni con un consiglio regionale neofascista e neonazista per metà. Tutto qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: