Skip to content

E la chiamano opposizione

marzo 17, 2010

Da due anni ascoltiamo Casini ripetere come un disco rotto che la sua è un’opposizione ferma, ma responsabile, che fugge le piazze popultiste e che vuole rendere la vita difficile al governo in Parlamento. Lo avrà detto e ridetto almeno 700 volte. L’ultima proprio in occasione della manifestazione di sabato a Piazza del Popolo. E c’è anche da capirlo, perché il suo partito deve in qualche modo discostarsi dalla protesta del Pd e, ancor di più, da quella di Di Pietro. Quindi la piazza no, perché è populista e l’Udc è un partito responsabile, ma in Parlamento ai centristi non la si fa. Con fermezza, responsabilità e coerenza, sono sempre lì, pronti come falchi a rendere difficile la vita al governo. Esattamente come ieri, quando le pregiudiziali di costituzionalità al “salva liste” sono state bocciate dalla Camera per soli 13 voti, con le assenze decisive di Casini, Buttiglione, Vietti (tra l’altro uno dei firmatari) ed altri 14 esponenti dell’Udc. In piazza no e in Parlamento neppure. Avranno ancora il coraggio di chiamarla opposizione?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: