Skip to content

Svoltare a SINISTRA per ripartire

marzo 30, 2010

Credo che dalla batosta elettorale (perché di batosta si tratta) di domenica e lunedì, giunga un segnale inequivocabile e troppo importante per essere ignorato: il progetto politico del Pd deve essere rivisto con urgenza. La pretesa assurda con cui il partito è nato, quella di rappresentare una fetta di elettorato che va dai post comunisti ai cattolici intransigenti, è fallita al cospetto delle urne. Non si può essere contemporaneamente il partito degli operai e quello dei padroni, il partito dei laici e dei cattolici, quello delle energie alternative e del nucleare, il partito di sinistra e di centro, quello nazionale e federato. Occorre decidere da che parte stare, quali strade seguire, quali valori comunicare agli elettori. C’è una grande parte di elettorato di centrosinistra che non vota il Pd non perché è ignorante, è traviato dalle tv di Berlusconi o dalla Chiesa, ma semplicemente perché non lo capisce. Non capisce che cos’è il Partito Democratico. E quindi si affida a Di Pietro, a Grillo, o peggio, preferisce la scampagnata domenicale. Se l’analisi non inizia da questo dato incontrovertibile, non si va da nessuna parte. Quelle migliaia di persone che vanno in piazza a vedere Santoro, gran parte di quel 14% di elettori romani che è rimasto a casa, o quei 126.000 che in Emilia scelgono la lista di Beppe Grillo, sono “roba” della sinistra. Ed è sciocco lasciarsi sfuggire questo gran numero di elettori bollandoli come traditori, seguendo il tracotante ritornello secondo cui “chi si astiene o sceglie un voto di protesta fa il gioco di Berlusconi”. In questo modo dal gorgo di sconfitte non si verrà mai fuori. Uscire dall’angolo in cui Silvio e i suoi ci hanno cacciato invece, non è così impossibile come vogliono farci credere. Basta soltanto che la sinistra torni a fare la sinistra. Non è difficile. Scuola pubblica, diritti civili, laicità dello Stato, ricerca, sussidio per i precari, energie rinnovabili, qualità della vita lavorativa: questi sono i valori da difendere. Questi sono i valori fondamentali per chi guarda il mondo dalla nostra stessa parte. Bisogna svoltare immediatamente a sinistra per ripartire e ritrovare finalmente un’identità perduta nei meandri di un’affannosa, quanto deleteria ed inutile, rincorsa allo sfondamento al centro, perché la tradizione racconta che sono i cattolici che decidono le elezioni. Non me ne vogliano, ma chissenefrega dei cattolici. Il popolo della sinistra ha voglia di sinistra e la vittoria (doppia considerando le primarie) di Vendola in Puglia ne è la dimostrazione. Per favore, cari dirigenti del Pd, non continuate ad ignorarlo.

Annunci
6 commenti leave one →
  1. Locutus permalink
    marzo 31, 2010 07:35

    Ma basta con queste inutili elucubrazioni!

    C’è una grande parte di elettorato di centrosinistra che non vota il Pd semplicemente perché IL PD FA SCHIFO.

  2. sim0n3 permalink*
    marzo 31, 2010 08:48

    Ehm, Locutus, avrei scritto esattemente quello. C’è una gran parte di elettorato di centrosinistra che non vota il Pd, perché il Pd così com’è non funziona…

  3. antonio di gilio permalink
    marzo 31, 2010 08:57

    Sono due anni dalla nascita,da quando me ne andai dai DS che dicevo che il ma anche non serve e non paga. Vendola ha dato una lezione. La sinistra o dice cose diverse dal centro destra come modello di sviluppo,diritti civili ecc. o perde.
    Il Piemonte è un altro esempio. Se la TAV la insegue anche la sinistra copiando il modello della destra perchè dovrei votarlo. Voto chi ha i copyright

  4. sim0n3 permalink*
    marzo 31, 2010 09:15

    Giusto Antonio. Se si copia la destra si perde perché si finisce per essere solo delle imitazioni, in versione light, degli originali.

  5. Locutus permalink
    marzo 31, 2010 15:45

    Noooooo

    Non è che non funziona. FA SCHIFO e basta.

  6. sim0n3 permalink*
    marzo 31, 2010 17:50

    Locutus, “non funziona” è solo un po’ meno estremo del tuo “fa schifo”, ma credimi esprime lo stesso identico concetto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: