Skip to content

Se tutto va bene, siamo rovinati

aprile 9, 2010

Allora, diciamolo subito apertamente: se passa il presidenzialismo di Berlusconi, l’ultimo lumicino di sinistra rimasto in Italia è destinato a sparire in pochi istanti. Prima di tutto perché vincere le elezioni, con questo sistema, diventerebbe una chimera anche diversi anni dopo la dipartita di Silvio (alla destra basterebbe prendere un Bertolaso qualunque e pomparlo un po’ con le tv per assicurarsi una vittoria senza nemmeno sudare) e secondo perché ad un tizio che possiede già tutto quello che possiede, permettergli di allargare i suoi orizzonti anche ad altri poteri, significa rischiare grosso. Se poi questo tizio è Berlusconi, significa giocarsi proprio la democrazia con tutto ciò che questo comporta. Non voglio star qui a fare i classici paragoni con Mussolini e con il fascismo e so benissimo che, in questo momento, i pochi berluscones che leggono Altre Sciocchezze staranno pensando: “ma se tu, orrido sinistro, stai qui a scrivere tutto quello che ti pare e piace contro il paladino dell’amore, significa che la dittatura non c’è e non ci sarà mai”. E in parte hanno anche ragione, perché la libertà di parola le pseudo-dittature moderne te la lasciano anche di buon grado. Peccato però che la parola non conti assolutamente più nulla. Valgono qualcosa solo i bollettini ufficiali che diramano le televisioni e i giornali accreditati. Tutto il resto è noia, come diceva il Califfo. Per tutto questo e per molti altri motivi ancora, prego il Partito Democratico, dal segretario all’ultimo volantinatore, di non sporcarsi le mani con questa riforma istituzionale. Che facesse tutto da solo Mr B, anche a colpi di maggioranza (come fece per il “porcellum” nel 2006). A queste condizioni il centrosinistra non può e non deve assolutamente trattare, altrimenti segnerà la sua definitiva morte politica.

Annunci
24 commenti leave one →
  1. ALDO permalink
    aprile 9, 2010 20:50

    TROPPI POTERI IN MANO A SILVIO E UN PERICOLO
    LA GENTE NON SI RENDE CONTO ANCORA

  2. ALDO permalink
    aprile 9, 2010 20:58

    LE PERSONE NORMALI SI FANNO GIUDICARE SE NON HANNO NIENTE DA NASCONDERE
    PERCHE SILVIO CON IL SUO POTERE SI SVINCOLA SEMPRE???
    UN CITTADINO QUALUNQUE NON SAREBBE POSSIBILE
    VERREBBERO I CARABINIERI A PRELEVARLO
    QUESTO E ABUSO DI POTERE ……

  3. borioso permalink
    aprile 9, 2010 21:13

    Ormai la legge che protegge se stesso e non permette competizione elettorale “legge porcellum” è fatta. Per salvare le generazioni future dalla tirannia, dalla sporcizia e dalla corruzione che è nelle istituzioni a tutti i livelli è necessario comportarci come la Francia con la presa della Bastistiglia e l’eliminazione di tutti coloro che occupavano in modo corrotto il potere togliendo la libertà agli altri.

  4. sim0n3 permalink*
    aprile 9, 2010 21:22

    @Aldo: ciò che dici è giusto, ma purtroppo non è così semplice la questione.

    @borioso: sul porcellum hai ragione e c’è poco da aggiungere. Sul resto ti chiedo: ma se prima della presa della Bastiglia, proviamo un metodo appena appena più democratico?

  5. gigi permalink
    aprile 9, 2010 22:00

    il presidenzialismo proposto da berlusconi è la soluzione più democratica .
    purtroppo in italia non siamo abituati ad una democrazia vera ma ad una democrazia bloccata, in cui la sinistra non ha mai governato salvo due parntesi, guidata da un democristiano.
    la sinistra non morirebbe ma sarebbe costretta a fare finalmente i conti con sè stessa e non a urlare contro lo pseudofascsita di turno per nascondere i suoi scheletri ideologici e il suo vuoto di prospettiva per la gente.

  6. pasquale contestabile permalink
    aprile 10, 2010 05:24

    IL DATO PIU’ SCONFORTANTE E’ CHE MOLTI NON SI RENDONO AFFATTO CONTO DELLA DITTATURA NELLA QUALE SI SONO COLPEVOLMENTE CACCIATI VOTANDO QUESTO MALFATTORE E TOLLERANDO SUPINAMENTE TUTTO IL CIARPAME CHE SI PORTA DIETRO. DA CIO SI DEDUCE PURTROPPO CHE QUESTA GENTAGLIA RAPPRESENTA IL LIVELLO MEDIO DEL POPOLO ITALIANO. E’ UNA BEN TRISTE ED AMARA CONSIDERAZIONE CHE DOVREBBE SPINGERE OGNI PERSONA PERBENE AD AGIRE CONTRO L’AVANZARE DI QUESTO LETAME!

  7. gianni permalink
    aprile 10, 2010 06:19

    abbiamo la merda a livello del mento, perciò,,,,NON FATE L’ONDA.

  8. Malù permalink
    aprile 10, 2010 06:24

    Ciao a tutti!!

    Com’è purtroppo vero quel che dici!!!

    @borioso:

    Non dimenticare che la presa della Bastiglia ha poi portato Napoleone e il primato della borghesia…

    Forse, come dice sim03, sarebbe meglio qualcosa di più democratico!!!

    Buona giornata!!

    Malù

  9. sim0n3 permalink*
    aprile 10, 2010 06:56

    @gigi: il presidenzialismo proposto da Berlusconi non è il metodo più democratico. E’ quello che fa più comodo a lui in questo particolare momento storico. Per quanto riguarda il resto, è vero che la sinistra debba fare pace con se stessa e colmare il vuoto di prospettiva per la gente (sono il primo a dirlo), ma per favore gli “scheletri ideologici” lasciamoli perdere.

    @pasquale: ecco, agiamo per tirare fuori l’Italia da questa situazione. Occhio però: quelli che sono al governo in questo momento non rappresentano affatto, almeno per me, l’italiano medio. Fino a questo momento c’è stato Berlusconi e dall’altra parte il vuoto assoluto. Colmiamolo e può anche essere che le elezioni le si vince.

    @gianni: 🙂

    @malù: è esattamente ciò che pensavo anch’io. La rivoluzione porta con sé la restaurazione. Noi invece dobbiamo cacciarli con una grande arma a nostra disposizione: l’alternativa democratica.

  10. dpl permalink
    aprile 10, 2010 07:22

    La confusione è tanta!!!

    Si è appurato che i nostri politici non conoscono la costituzione, come pretendono di fare le riforme?

    Per fare le riforme a cosa?

    Già in passato è stato fatto la riforma elettorale che non era necessaria, ora si vuole fare un altro pasticcio?

    Personalmente penso che di riforme siano necessarie ma non a modo di comodo.

    1) Ritornare al sistema proporzionale, ache se in quel modo il governo poù cadere facilmente, ma purtroppo quando si governa male , si va a casa.

    2) alla scadenza del mandato, non si può essere rieletti, o quantomeno non due mandati consecutivi, anche quando cade il governo, si va a casa e non è ricandidabbile, vale per governo centrale che locale, i signori devono saperlo che se si comportano male vanno a casa senza possibilità di ritornarci, chiaro? non è possibbile che fanno e sfanno e stanno sempre li, o male che vada si ritrovano al parlamento europeo.

    3) I deputatri non servono, in quanto non è possibile la barzelletta delle leggi che devono andare avanti ed indietro in attesa di approvazione, quando poi con un DPR, un DM, o una legge fatta e approvata da una maggioranza precostituita!!! non è costituzionale, la legge dev’essere votata da tutto il parlamento, in quanto può essere buona anche se proposta dall’opposizione.

    4) Fuori i politici dalle istituzioni dei servizi, Devono starci solo i dirigenti chen devono pagare se sbagliano, o se fanno interessi provati.

  11. salvo permalink
    aprile 10, 2010 08:03

    no, no, lasciamolo fare, cosi fra cinque anni si compra una regione intera anziche un a tenuta; badate bene se la compra, e noi tutti ammireremo le sue grandi capacità imprenditoriali mangiando pane e cipolla (o forse solo cipolla senza pane). Comunque fino a quando il popolo porta un pezzo di pane a casa… Poi non si sa quello che puo succedere.

  12. lasantainquisizione permalink
    aprile 10, 2010 08:04

    CARO, CARISSIMO ENRICO … QUANTO CI MANCHI ! ! ! . . . CON QUEL TUO SORRISO SINCERO, RASSICURANTE, FORTE.
    COSI’ COME IN QUELLA FOTO. VOGLIO ANDAR VIA DA QUESTO PAESE PERCHE’ IL POPOLO (BUONA PARTE DI ESSO) E’ NARCOTIZZATO DA UN VENTENNIO DI COSCE, TETTE E CULI . . . DA IMBARAZZANTI IMBECILLITA’ E BANALITA’ CHE PERSINO I PINGUINI DELL’ANTARTICO RIDONO DI NOI . . . E SI CHE SONO ANIMALI MOLTO INTELLIGENTI AL CONFRONTO DEGLI IDIOTI ANALFABETI CHE CI GOVERNANO. E’ IN ATTO, CARO ENRICO, UN VERO E PROPRIO ATTACCO FRONTALE E DEVASTANTE ALLA SCUOLA PUBBLICA (CHE PER DECENNI HA SFORNATO LE MIGLIORI INTELLIGENZE DEL NOSTRO PAESE E CHE AHIME’ SONO ANDATE VIA DALL’ITALIA), UN VIOLENTO ATTACCO ALLA BELLEZZA SUBLIME DELLA NOSTRA LETTERARTURA, DEL NOSTRO PATRIMONIO LINGUISTICO E ARTISTICO IN NOME DI UN NON MEGLIO DEFINITO PROGRESSO (LEGGASI : BUSINESS O, COME DICONO MEGLIO I MAFIOSI, : BISINISS)
    IL NOSTRO POPOLO ORMAI NON CREDE PIU’ A QUESTA SINISTRA E AI GRANDI VALORI DELLA RESISTENZA : GIUSTIZIA – UGUAGLIANZA – LIBERTA’ E OGGI ANCHE E SOPRATTUTTO LEGALITA’!!!!
    PERDONA IL MIO SFOGO, CARISSIMO ENRICO, MI VENGONO LE LACRIME AGLI OCCHI. DI RABBIA E DOLORE PER QUESTO GRANDE E BELLISSIMO PAESE SOTTOMESSO A UN NANO MALEDETTO E AD UN SUO COMPAGNO DI MERENDE, UN INDIVIDUO AFFETTO DA DELIRIUM TREMENS.
    TI SALUTO CARO VECCHIO COMPAGNO E . . . GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO PER IL POPOLO DI QUESTO PAESE . . . NON TI DIMENTICHEREMO MAI. LE TUE IDEE CAMMINERANNO SULLE NOSTRE GAMBE, COME HANNO SCRITTO I RAGAZZI DI PALERMO DOPO LA TRAGEDIA DI DUE GRANDI UOMINI AL SERVIZIO DELLO STATO E DEL POPOLO.

    lasantainquisizione

  13. Angelo permalink
    aprile 10, 2010 08:12

    Secondo me l’assopimento collettivo del popolo italiano è dovuto al fatto che è schiavo delle nuove tecnologie ed è incapace di reagire: non esistono più uomini forti!Incosciamente si avverte il bisogno di essere assoggettati, dominati. Ha ragione Dostoevskij quando afferma:” Date la libertà ai deboli e dopo un pò ve la restituiranno”. Scusatemi per il mio pessimismo ma non abbiamo scampo! Felicissimo di essere smentito, Angelo.

  14. sim0n3 permalink*
    aprile 10, 2010 08:30

    @dpl: sul proporzionale e sui due mandati sono d’accordo con te. Attenzione però a non esagerare: i deputati servono e con loro il Parlamento. Forse, sarebbe più congeniale una sola camera ed un senato federale anche per sveltire le procedure di legiferazione.

    @salvo: lasciarlo fare senza intervenire no. Ma neppure prestargli appoggio.

    @lasantainquisizione: il tuo messaggio a Berlinguer è bello e toccante. Il grande Enrico rappresenta il nostro (glorioso) passato. Ora, bisogna muoversi per costruire un futuro alla sua altezza.

    @angelo: la citazione di Dostoevskij è gustosa, ma io sono un inguaribile ottimista (almeno dal punto di vista politico). Abbiamo tutte le armi per ribaltare questa situazione. Occorre solo muoverci tutti insieme e costruire qualcosa di veramente alternativo a quello che c’è e che non sopportiamo più.

  15. egidio permalink
    aprile 10, 2010 09:05

    Vallo a dire al prode D’Alema che anche stamani rimprovera bersani di non dialogare con Silvio!! Ma questo personaggio ha ancora il coraggio di prlare!?!

  16. roberta permalink
    aprile 10, 2010 09:29

    Credo che l’unica via d’uscita per salvare la democrazia sia la lotta armata.

  17. elisa permalink
    aprile 10, 2010 09:38

    SIAMO PROPRIO ALLA FRUTTA. MA COME E’ POSSIBILE CHE IL 70% DEGLI ITALIANI NON CAPISCANO in che situazione ci troviamo. Devo anche aggiungere che la sinistra contribuisce a tutto questo in quanto non hanno ancora capito che solo coalizandosi si può vincere. Coalizarsi vuol dire anche arrivare a dei compromessi, meglio ottenere poco alla volta che non ottenere niente. A questo punto la sinistra può solo stare zitta non ha più possibilità di parola. POVERI NOI.

  18. Roberto permalink
    aprile 10, 2010 10:18

    ho 68 anni e non ho mai visto “una” sinistra ne ho sempre viste almeno due:
    una mangiapreti
    una proteggiamo i più deboli
    il guaio è che hanno sempre pensato fosse meglio lottare fra di loro piuttosto che contro il vero nemico, perchè c’era il rischio di dover governare.
    quando finalmente ce l’hanno fatta, hanno cercato ogni pretesto per rompersi le ossa fra di loro.
    il potere non è un fantasma, ma è un carnefice! per vincerlo bisogna sorprenderlo alle spalle!
    quando se ne rende conto (P2 e seguito ….) occorre aspettare che si calmi e de no vogliono degli anni !
    urlare li aiuta!
    bisogna agire in silenzio, con calma e cercando di capire i loro punti deboli!
    noi lo abbiamo fatto, a suo tempo, ad esempio contro Tambroni, insieme anche a La Pira!
    cercando di capire anche le parole di don Bosco, della MOntessori, del prete di Barbiana, anche dalla sinistra più sinistra.
    chissà se voi njove generazioni ne sarete capaci, sarete capaci di ragionare con la testa e non con altri organi altrettanto nobili ma meno capaci.
    SPERO proprio di sì!

  19. francesco permalink
    aprile 10, 2010 10:30

    Certo che cambiare le cose non conviene a chi ha monopolizzato tutto, senza averne i numeri, con la spartizione dei poteri quando regnava la DC ed infilando nei ruoli chiave persone definite indipendenti, ma che indipendenti non sono mai state. Ed allora affidiamoci alla pubblicità del nuovo pericolo “azzurro” e via con l’antiberlusconismo, con l’aiuto dei vari Santoro, Floris, Dandini, Travaglio, Scalfari e chi più ne ha più ne metta. Alla faccia dell’occupazione dei mass media. Perchè la sinistra, che è minoranza in Italia, non fa proposte chiare su quello che vorrebbe senza dire sempre e solo no a tutto? Faccia capire perchè il presidenzialismo non le piace e cosa vorrebbe al suo posto. O forse, e credo sia così, vuol rimanere nella situazione attuale dove tutte le proposte possono e spesso sono condizionate, modificate e rese inutili bloccando tutto e facendoci permanere tra le nazioni certamente non ai vertici. Poi, per favore, lasciate stare le strumentalizzazioni ed i personalismi ed entrate nel concreto con proposte e non slogans. Altrimenti non avrete mai nessuna possibilità, in coalizioni con altri, di tornare al governo, ed attenzione ai compagni di viaggio, tanto per non fare nomi ai vari Di Pietro, Grillo & c.

  20. ramses permalink
    aprile 10, 2010 10:36

    l italiano un giorno capirà quanto sia stato autolesionista ad aver avuto fiducia in chi si crede il figlio di dio spero che siano in grado di rimediare con azioni significative

  21. Giuseppe permalink
    aprile 10, 2010 10:39

    Ormai la democrazia in Italia è defunta.
    Dobbiamo ringraziare D’Alema, Veltroni, Prodi e Bersani.
    Per riemergere la sinistra ed una seria opposizione dobbiamo mandarli a casa tutti.
    D’Alema cominciò con l’inciucio in bicamerale con Berlusconi, servendosi poi di Mastella e Cossiga per far cadere il primo governo Prodi.
    Veltroni poi si inventò allora il “buonismo”, la destra invece ci ha fatto vedere come si fa quando si vince, altro che buonismo.
    Veltroni si è messo in testa di fare l’americano, ma noi siamo italiani.
    Per fare gli americani non si parte da una legge elettorale o da primarie per idioti.
    Volevano eliminare la sinistra radicale od estrema e ci sono riusciti.
    Hanno rincorso il centro ed hanno fallito.
    Tali signori dimenticano che grazie a quelli della cosiddetta sinistra estrema hanno per due volte vinto le elezioni.
    Ma quando hanno vinto non hanno saputo far altro che fare i liberisti per favorire i montezemolo e company;si sono scordati per due volte il conflitto di interessi di Berlusconi, ed oggi siamo messi in ginocchio.
    Hanno fatto leggi in materia di liberalizzazioni, di privatizzazioni, di precariato etc. etc..
    Ci hanno chiesto sacrifici, a noi che li abbiamo fatti vincere, ed ora? Mandiamoli a casa!
    Finchè ci saranno loro io non voto più!
    Oggi ci vorrebbe una nuova costituente, con un parlamento costituente eletto con una legge proporzionale pura.
    Ed invece assistiamo ed assisteremo alle alchimie varie, tra sistemi francesi, tedeschi, americani.
    Con Berlusconi che ha in parlamento i numeri per far quello che vuole, insomma siamo alla farsa.
    Quindi i succitati signori si facciano da parte, vadano a casa, si dimettano, si pensionino, forse allora riusciremo a risorgere.
    Per finire non vorrei dimenticare i due dinosauri radicali Pannella e Bonino.
    Sono sopravvissuti solo perchè eletti nelle liste del PD, e sono nel paese inferiori alla cosiddetta sinistra estrema o radicale.
    Ecco questi due sono altri due bei camaleonti, che hanno saputo generare i mostri di Marco Cappato e Francesco Rutelli.
    Ma si sono mai chiesti perchè in tanti anni quelli come me che sono informatissimi non li votano mai?
    Perchè sono delle puttane della politica!
    A parte tutto il bel parlare sul divorzio, aborto eutanasia , quindi questioni alte morali, in tema di democrazia e di economia non condivido niente di quello che hanno in mente i radicali.
    Quindi i radicali facciano il piacere di seguire Capezzone e si tolgano di torno.
    Per la loro radio se la facciano pagare da quelli che la vogliono pagare, visto che io per leggere “Il Manifesto” faccio così.
    Dateci 10 100 1000 Santoro e Vendola, tutti gli altri a casa!

  22. beppe permalink
    aprile 10, 2010 12:30

    agli italiani bisognerebbe togliere il diritto di voto o fare
    loro un esame preventivo. Di elementare cultura generale….

  23. saverio permalink
    aprile 10, 2010 18:57

    Credevo che a scivere o a riformare una costituzione ci volessero giuristi e costituzionalisti; Berlusconi dice che può essere fatta anche dai DENTISTI !!!!!!

  24. sim0n3 permalink*
    aprile 11, 2010 19:10

    @egidio: Secondo me, come ogni altro politico, D’Alema ha fatto delle cose buone ed altre meno buone. Non è solo lui il problema della sinistra.

    @roberta: qualcosa di più democratico?

    @elisa: il tema delle alleanze è un tema chiave. Le elezioni però, prima che con una coalizione si vincono con un programma. Berlinguer ce lo insegna.

    @roberto: “agire in silenzio, con calma e cercando di capire i loro punti deboli”. Strategia vincente!

    @francesco: quello che dici, purtroppo dal mio punto di vista, è in larga parte giusto.

    @ramses: se non se ne accorgono, cerchiamo di farglielo capire noi.

    @giuseppe: di errori in questi anni se ne sono compiuti tanti. E’ pur vero, tuttavia, che nella prima occasione in cui il centrosinistra ha vinto (96), a far cadere il governo fu proprio quella sinistra radicale, che se oggi è scomparsa, deve ammettere anche le proprie colpe.

    @beppe: 🙂

    @saverio: la costituzione secondo i dentisti non è male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: