Skip to content

Primo via libera al “ddl tortura”

maggio 14, 2010

Spero vivamente che il disegno di legge sul testamento biologico, approvato ieri dalla Commissione Affari Sociali della Camera, possa andare incontro a modifiche sensibili, quasi radicali, in sede di votazione parlamentare. Se ciò non accadrà, verrà sancita per legge una sopraffazione sulla volontà dei singoli cittadini, nonché una violazione del principio di autodeterminazione degli individui. Il “ddl tortura”, così com’è uscito dall’esame della Commissione infatti, comporta l’istituzione nel nostro paese dell’obbligo di cura. Non sarà più possibile rifiutare trattamenti sanitari, neppure a seguito di una precisa richiesta scritta da parte del paziente, dato che le volontà espresse nelle dichiarazioni anticipate di trattamento non verranno ritenute vincolanti per il medico. Già questo aspetto lede palesemente la libertà di scelta di ogni singola persona e fa del “ddl tortura” un provvedimento incostituzionale, visto che la nostra carta tutela piuttosto chiaramente il principio della libera decisione. C’è, tuttavia, nel disegno di legge un passaggio ancora più aberrante: nel caso di controversia fra medico curante e fiduciario del paziente, oppure fra medico curante e familiari, a decidere sulla vita del soggetto sarà un “collegio medico”, il cui parere risulterà decisivo e non potrà essere avversato. Cioè, a decidere se, quando, come, dove e perché morire, in caso di approvazione del provvedimento, non potrò essere io stesso, o un mio familiare, ma un gruppetto di quattro/cinque dottori mai visti, né conosciuti. Stavolta la maggioranza non sta approvando l’ennesima legge ad uso e consumo del fattacci di Berlusconi. Sta colpendo in maniera prepotente la nostra libertà. E non è cosa da poco. Lottiamo tutti perciò, affinché questo scempio non passi sotto silenzio.

Annunci
5 commenti leave one →
  1. maggio 14, 2010 10:37

    Io non ho veramente parole…

  2. Luca permalink
    maggio 14, 2010 11:48

    Questa è veramente una gran bella porcata. E nessuno dice niente…

  3. sim0n3 permalink*
    maggio 14, 2010 12:29

    @Paolo: ho fatto fatica anch’io a trovare le parole per scrivere il post, perché stavolta stanno esagerando. Speriamo nel voto parlamentare, ma dubito fortemente che il testo uscirà modificato.

    @Luca: è vero. Nessuno (o quasi) si è degnato di riportare questa notizia, che non mi sembra affatto secondaria.

  4. maggio 14, 2010 16:49

    pur di raccimolare qualche voto dalla chiesa si fa proprio di tutto..
    ti ho aggiunto tra i link..a presto!

  5. sim0n3 permalink*
    maggio 15, 2010 10:11

    Grazie per il link! A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: