Skip to content

In quella lista ci devo essere anch’io

giugno 2, 2010

Sapete cos’è “Il cortile dei gentili”? No, non è un bar con terrazza panoramica, ma una fondazione promossa da Monsignor Ravasi per favorire il dialogo fra atei e cattolici. Iniziativa sicuramente lodevole. Dato, però, che questo slancio di diplomazia lo dobbiamo al Vaticano e non a all’Uaar, gli atei con cui chiacchierare (di cosa esattamente non so) se li sceglie il Vaticano, perché, a loro parere, non tutti sono idonei alla causa. Per facilitare una così delicata decisione, è stata pertanto messa a punto una black list, contenente i nomi dei miscredenti con cui i gerarchi vaticani non vogliono proprio avere nulla a che fare. Ecco, in quella lista lì vorrei tanto esserci anch’io. Non riesco proprio a comprendere perché può starci Piergiorgio Odifreddi e io no. Solo perché lui ha scritto un libro antireligioso basato sulla tesi (occhio, perché potrebbe sembrare uno scherzo ma non lo è) che le parole “cristiano” e “cretino” hanno lo stesso etimo? E tutte le volte che ho ciarlato io delle misfatte del Vaticano non contano niente? Beh, cari miei amici cardinali questo non è giusto. Non è giusto perché di una piccola soddisfazione del genere in questo momento ne avrei proprio bisogno.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. giugno 2, 2010 10:39

    in effetti sarebbe una bella soddisfazione 🙂

  2. sim0n3 permalink*
    giugno 2, 2010 11:57

    Eh sì. Si vive per certe piccole soddisfazioni 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: