Skip to content

Stavolta ha ragione la Serracchiani

giugno 7, 2010

E’ vero, quello del simbolo non è il primo problema di cui il partito deve discutere. C’è la crisi economica, c’è Berlusconi che fa il porco del comodo suo, c’è il mondiale che sta per partire e c’è l’indubitabile evidenza che, almeno a sinistra, la politica non è marketing. Al marchio scintillante, per chi guarda il mondo dalla nostra parte, occorre sempre metter vicino un contenuto comprensibile ed appetibile, altrimenti il fallimento è cosa certa. Insomma, senza le parole giuste, dette al momento giusto, dal dirigente giusto le elezioni non si vincono. Però c’è un però: il simbolo del Partito Democratico fa schifo. C’è chi (Veltroni in primis) tenta di difendere quella P verde e quella D bianca su sfondo rosso, sostenendo che comunicano identità e formano un mix che guarda al futuro. Altri riescono a vederci le lotte della sinistra (sic!) e la solidità della tradizione cattolica. Per cortesia, non scherziamo. Quel simbolo non dice nulla e puzza di vecchio che accora anche a cento metri. Non so se è plausibile cancellare tutto con un  bel colpo di spugna e ripartire da capo. So che per una volta (la prima da quando si è palesata) bisognerebbe dar retta alla Serracchiani. Punto e basta.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. sanbitter permalink
    giugno 8, 2010 15:04

    Cara Mente Incasinata, sono uno scontento del simbolo della prima ora, per tutta una serie di motivi che è superfluo ora indicare. Dirò solo che graficamente vale poco (parel’abbiano pure copiato da una società olandese), e che la cosa più sbagliata è che mette troppo in evidenza la P di Partito (generico) e poco la D di democratico, che è il fattore di riconoscimento.
    Ma ora dico: passati due anni il simbolo è riconoscibile dall’elettorato. Questa è la cosa che più conta, ossia che chi vuole votare PD sappia riconoscere IMMEDIATAMENTE il simbolo sulla scheda. Di veramente obsoleto ritengo che ci sia l’idea che il simbolo debba richiamare i contenuti del soggetto politico a cui fa riferimento (la falce e martello piuttosto che la croce…). E’ sbagliato perchè al giorno d’oggi, in presenza di larghi schieramenti, è impossibile condenzare in un simbolo le varie anime politiche degli aderenti. Meglio un simbolo facilmente riconoscibile.
    (scusa la lunghezza)

  2. sim0n3 permalink*
    giugno 8, 2010 15:31

    Sanbitter, sono d’accordo con te in parte. Ciò che dici è vero, nel senso che ora gli elettori hanno familiarità con quel simbolo e cambiarlo vorrebbe dire rischiare di rendersi ancor meno riconoscibili di quanto già si è. Tuttavia credo che, anche al giorno d’oggi, un minimo di aderenza ai contenuti che un partito esprime, il marchio la debba pure avere. Il PD è attualmente senza essenza, senza linee guida generali, senza anima e quel simbolo ne è la perfetta sintesi. Forse, per una volta, iniziare a cambiare le carte in tavola partendo dalla forma piuttosto che dalla sostanza, potrebbe non essere sbagliato. Magari senza stravolgimenti, ma cercando, fin dal marchio, di comunicare qualcosa in più. Saluti.

  3. sanbitter permalink
    giugno 8, 2010 16:19

    Il problema della identità del PD è la vera questione, il simbolo è un falso bersaglio. L’immobilismo, generato dalla paura del nuovo, è la grossa montagna da scalare in questo momento. Te lo dico da elettore e da militante che, su alcune questioni locali ha tentato di dare una sterzata innovativa. Quanta fatica per nulla!
    Queste difficoltà possono esere superate solo perseverando, soffrendo e… vincendo. Solo per questo motivo dico: teniamoci il simbolo, che qualche voto lo porta (tra l’altro assomiglia un po’ al simbolo di forzaitalia. Alle elezioni è stato barrato, con preferenze Berlusconi e la russa. naturalmente voto nullo.)

  4. sim0n3 permalink*
    giugno 8, 2010 18:32

    Sull’immobilismo sono d’accordo cn te. E’ il vero problema del partito ed è da risolvere il prima possibile. Questa cosa del simbolo del PD barrato con preferenza per Berlusconi, invece, non la sapevo. Se non altro abbiamo trovato il modo per fregargli qualche voto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: