Skip to content

Un’altra pillola di dittatura

giugno 9, 2010

Dopo due anni di continui riferimenti ai pochi poteri che possiede, dopo gli attacchi al Capo dello Stato e alla Corte Costituzionale, dopo la citazione del “grande dittatore” Mussolini, ecco l’ultimo affondo di Berlusconi. Quello decisivo. Ora, per tutti i suoi seguaci, l’attuale situazione del paese e la missione da portare a termine si presentano dai contorni finalmente più nitidi: Silvio non può governare perché impedito nelle sue funzioni da un garbuglio di norme burocratiche ed il nuovo nemico giurato da abbattere, dopo il comunismo, è la Costituzione, opera intricata e stantia che impedisce al miglior Presidente del Consiglio della storia di portare a termine il mandato che il popolo sovrano gli ha concesso. Forse esagero, forse vedo fantasmi che non esistono, ma quanto sta accadendo in questo paese negli ultimi mesi, mi sembra l’attuazione perfetta di un perfetto piano eversivo, che sta subendo una preoccupante accelerazione.

Annunci
57 commenti leave one →
  1. giuseppe permalink
    giugno 9, 2010 21:03

    Condivido perfettamente questa analisi e per questo bisogna stare in campana; un passo falso, provocherebbe la guerriglia urbana se non di più.

  2. beatnik permalink
    giugno 9, 2010 21:03

    Sono perfettamente d’accordo. Ma lo penso da almeno 15 anni, da quando sostenevo che ci si preparava a un nuovo ventennio. Purtroppo non ascoltato, anzi da venir definito un catastrofista. Spero che non si compiano tutti e 20 perchè sono veramente indignato e stanco della “boccaloneria” di questi acefali che bevono tutto quello che vanno dicendo tutti gli esponenti di questa enorme banda bassotti.

  3. sim0n3 permalink*
    giugno 9, 2010 21:07

    La preoccupazione, almeno in me, si sta facendo forte. Fino a qualche tempo fa, le mire dittatoriali di Berlusconi erano molto più sfocate, blande direi. Ora mi sembra stia procedendo velocemente e soprattutto mi sembra stia seguendo precise tappe di avvicinamento…

  4. Antonio permalink
    giugno 9, 2010 21:15

    CHI E’ CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO! Grazie a dalema e “compagni”. Ormai siamo in pieno regime alla Pinochet. Svegliati popolo, se ancora esisti come entità fisica! Antonio

  5. giugno 9, 2010 21:19

    LA MIA GRANDE PREOCUPAZIONE,E QUELLA DI NON ACCETTARE LA COSTITUZIONE DA PARTE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO,E’ UN “TRADITORE”,PERCHE HA GIURATO FEDELTA A QUEL “DOCUMANTO SACRO PER TUTTI GLI ITALIANI”BOSSI SI NETTA IL “CULO” LUI LA VUOLE ABOLIRE,,MI SEMBRA PERò CHE IN ITALIA SIA SEMPRE IN VIGORE LA LEGGE MERLINI .PERCIò STIAMO ATTENTI A RIAPRIRE i CASINI,CAPITO FINI!!!!!!!.,PERCHè OGGI CON CERTE DECISIONI E PAROLE MI SEMBRA UNA GRAN CASINO.POVERI NOI QUESTA REBUBBLICA ACCETTA TROPPE ESCORT.,iO NON PIANGO PERCHè IL TEATRINO E’ MOLTO DIVERTENTE,E LEMME LEMME L’ADE S’AVVICINA.

  6. giuseppe permalink
    giugno 9, 2010 21:19

    condivido,
    e se serve a liberare l’italia da questo letamaio
    ben venga la guerriglia urbana, perche ‘gli italiani ne hanno i COGLIONI PIENI!!!!!!!!!!!!!

  7. rosaria permalink
    giugno 9, 2010 21:21

    I leader delle opposizioni DEVONO intervenire presso il Presidente della Repubblica affinchè prenda dei seri provvedimenti.
    ORA!!! SUBITO!!!
    Non hanno piu’ scuse neanche loro che non sanno fare altro che litigare … col solo fine di prendere in giro noi cittadini.
    Altro che popolo sovrano. Noi siamo solo il “tovagliolo” con il quale si puliscono dopo aver mangiato a venti bocche.
    BASTA!!!!

  8. sim0n3 permalink*
    giugno 9, 2010 21:27

    @antonio: forse ciò che dici potrebbe anche essere vero. Adesso però è il tempo di opporci (civilmente) non di distribuire colpe.

    @fantasma: nonostante non abbia capito a pieno il significato ultimo del tuo commento e nonostante il tentativo di confondermi col delirio, sono perfettamente d’accordo con te. 🙂

    @giuseppe: io sono strettamente legato al concetto di istituzioni democratiche, per questo la guerriglia urbana è una soluzione che non considero e che non vorrei mai vedere attuata. Certo è che l’esasperazione monta…

    @rosaria: hai ragione. Ma questo intervento arriverà? Io ho i miei dubbi…

  9. Luca permalink
    giugno 9, 2010 21:31

    …..per gli ital…ioti che continuano a stravedere per il nano,auguro la crisi più nera.

  10. fabjo53 permalink
    giugno 9, 2010 21:41

    Il Presidente Napolitano dovrebbe intervenire seriamente e revocare il mandato a chi si sente prigioniero dei principi costituzionali e quindi istiga al non rispetto della Costituzione. Anche il Presidente Fini dovrebbe “dire qualcosa di destra” e sfiduciare chi quotidianamente attenta alla Nazione.

    • fabjo53 permalink
      giugno 9, 2010 22:02

      @sim0n3: hai ragione non “dovrebbero”: DEVONO intervenire se hanno a cuore veramente il futuro DEMOCRATICO della nostra italietta ormai usata come lo zerbino personale di Nani, Cricche ecc. ecc.

      • sim0n3 permalink*
        giugno 9, 2010 22:19

        Speriamo lo facciano davvero. Purtroppo ho la sensazione che passerà tutto ancora sotto silenzio…

  11. lupo permalink
    giugno 9, 2010 21:44

    ma se sono 15 anni che fa quello che vuole, gli firmano le più grottesche stronzate, si fa le leggi a suo uso e consumo, e, se sono 15 anni che il paese è bloccato la colpa è solo sua e dei suoi scagnozzi, altro che Prodi, ma sembra che agli italioti vada bene così,,,,auguri

  12. sim0n3 permalink*
    giugno 9, 2010 21:57

    @luca: addirittura la crisi più nera gli vogliamo augurare? Per me già una settimana di dissenteria va più che bene 🙂

    @fabjo53: hai detto bene: il Presidente della Repubblica e quello della Camera DOVREBBERO intervenire, ma non interverranno.

    @lupo: personalmente sono d’accordo con te. La colpa dello stato del paese è tutta sua e di chi lo segue.

  13. fabjo53 permalink
    giugno 9, 2010 22:12

    Oltre la Costituzione offende gli aquilani considerandoli potenziali assassini, vuole distrarli così dal dover pagare tutti gli arretrati quando ancora non è stato fatto nulla per riavviare la vita sociale e produttiva della città e dintorni? Le “case”, pur nella loro importanza, e comunque insufficienti, devono essere considerate un punto di partenza e non un traguardo.

  14. Angelo permalink
    giugno 9, 2010 22:15

    Cari amici, stiamo entrando in pieno regime. Come ora noi ci chiediamo dov’erano gli Italiani negli anni trenta, la stessa cosa si chiederanno di noi le generazioni future. Purtroppo la storia si ripete!

  15. sim0n3 permalink*
    giugno 9, 2010 22:18

    Angelo, speriamo di no. Però i campanelli d’allarme stanno suonando tutti e da parecchio…

  16. CLAUDIA permalink
    giugno 9, 2010 22:39

    E’ inquietante il clima che il salvatore del Paese ha creato e diffuso:siamo alla stretta finale e domattina,dopo la fiducia,temo …la dichiarazione da palazzo Venezia.

  17. maria permalink
    giugno 9, 2010 22:44

    DISCUTERE NON SERVE A NIENTE.. BISOGNA FARE I FATTI… IL NANO E’ LA REINCARNAZIONE DI MUSSOLINI..E VOI ANCORA STATE A SCRIVERE,,,SENZA RIBBELARVI,, DOBBIAMO DIFENDERE L’ITALIA… PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI…MA NON AVETE VISTO CHE SI E’ PRESO PURE LA RAI.. COSA SI ASPETTA ANCORA????

  18. Antonio permalink
    giugno 9, 2010 22:45

    Finchè berlusconi non ordinerà alla forza pubblica di sparare sulla folla, non ci muoveremo; i primi 3 o 400 morti non ci sveglieranno dal torpore. Quando moriranno almeno 10.000 persone, forse faremo qualcosa. Nel mondo ci sono i pecoroni e i pecoroni accaniti, cioè quelli che si accaniscono ad esserte pecoroni. Ecco, noi siamo proprio quelli lì!

  19. salvo permalink
    giugno 9, 2010 22:51

    La guerriglia urbana? Sarebbe ora, non si vede un’altra soluzione, oppure un commissariamento europeo.

  20. CLAUDIA permalink
    giugno 9, 2010 22:53

    parliamo,cerchiamo di far capire e intanto il 25 giugno manifestiamo con la Costituzione in mano(se ce ne lascerà
    ancora il tempo).

  21. Anonimo permalink
    giugno 10, 2010 02:07

    Francesco è tutto vero Berlusconi è il nuovo dittatore bisognerebbe dialogare mala storia insegna come vanno a finire le dittature, e Angelo ha ragione dove sono gli italiani quando si vota? per ora è quello che ci meritiamo perchè siamo come le pecore e attenti quando ci toglirà la scuola pubblia indirizzeranno il pensiero degli italini fin da piccoli difendiamo la nostra scuola

  22. salvatore permalink
    giugno 10, 2010 04:10

    é ora di passare ai fatti fermiamolo

  23. pippo permalink
    giugno 10, 2010 04:39

    La sua immagini somiglia sempre di più a mussolini. Guardatelo bene. Sta riducendo il popolo italiano alla fame. Ha distrutto la scuola, con il suo ministro Gelmini. Prima che rechi altri danni fermiamolo. Stiamo in mano ad un pazzo, infatti l’ex moglie che lo conosceva bene ha detto: non sta bene va curato.

  24. polinord permalink
    giugno 10, 2010 04:53

    certamente le critiche non sono il forte di questi commenti. L’Italia attuale è accerchiata dalla Burocrazia e questo vale anche per il governo. AI cittadini questa reprubblica impone di rispettare disposizioni a partire dai municipi, comuni, com.montane, provincie, regioni, stato, UE, ASL, Corpo forestale dello stato, G. Finanza, polizia, polizia municipale e provinciale, Ufficio di igiene, inps, Entrate (Iva, registro, irpef, ecc.) e ancora chi sa quanti organi e semi organi ci sono ancora. Vi sembra questo uno Stato organizzato per stare al tempo con la modernità? Oppure assomiglia più ad uno Stato ottocentesco dove i furbi la fanno franca sempre proprio per la grandissima presenza di norme che possono essere facilmente aggirate. Dunque pensate pure al Nano, ma non pensate ai Cittadini che sono i veri colpiti da questa situazione da stato sudamericano. Dichiarare che la Costituzione è vecchia e va modernizzata non è un reato, perché la sua modifica è provista da procedure costituzionali, dunque fate attenzione a come vi ponete, perché alcuni reati sono stati ipotizzati in questa sede. Cosa diversa è contestare chi propone di cambiare e sostenere democraticamente le proprie idee e soluzioni, altro è fare guerriglia urbana. Saluti

  25. toni permalink
    giugno 10, 2010 05:00

    e la sinistra che fà?sa solo giudicare e non interviene e oltremodo litiga al suo interno,per questo il ducetto è andato così avanti

  26. armando permalink
    giugno 10, 2010 05:59

    Mi trovo d’accordo con il pensiero espresso da “polinord”.

  27. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 06:22

    @claudia: brava! Manifestiamo a difesa della Costituzione. E’ la prima cosa che possiamo e che dobbiamo fare.

    @maria: vieni in piazza il 25 giugno. E’ il modo che abbiamo per ribellarci.

    @antonio: non esageriamo. Non credo ci saranno mai 10.000 morti. Se vogliamo sconfiggere Berlusconi, dobbiamo criticarlo nel merito e mettere in luce le sue magagne. Occhio a non esagerare.

    @salvo: perché si deve arrivare alla guerriglia urbana? Bisogna cercare di far comprendere a chi lo vota che il suo governo, oltre ad essere deleterio per il paese, è anche pericoloso da un punto di vista democratico. Cerchiamo di restare nell’ambito delle soluzioni percorribili e soprattutto civili.

    @salvatore: andare in piazza il 25 giugno è un fatto.

    @pippo: anch’io quando lo vedo sparare grosse panzane penso sempre a quella frase della moglie…

    @toni: questo è il momento di comprendere dove vuole arrivare Berlusconi. Alle colpe penseremo a pericolo passato.

    @polinord: allora, sulla guerriglia urbana, mi pare di essere già stato chiaro nei precedenti commenti. Credo cmq che sia una provocazione e nulla di più. Sulla modifica della Costituzione sono d’accordo con te: dire che è vecchia non è reato. Attenzione però a come ti poni anche tu. Cambiarla per migliorarla è un conto, cambiarla perché Berlusconi vuole fare il porco del comodo suo è un altro. Ed io sinceramente non ci sto.

  28. Augusto permalink
    giugno 10, 2010 06:33

    Purtroppo la saggezza di un popolo (il nostro in particolare) si manifesterà in ritardo come nel passato ventennio di Mussolini. Come allora tutti saranno convinti di aver fatto il partigiano.

  29. claudio permalink
    giugno 10, 2010 06:36

    Berlusconi ha perfettamente ragione. Ormai in Italia siamo schiavi di una burocrazia parassitaria, ingorda e mafiosa. provate ad aprire una qualunque attività: dalla partita iva, a piantare un chiodo nel muro! un vomito!
    La Costituzione: ormai un guazzabuglio di norme paralizzanti, che non individuano un centro di responsabilità. Il frutto culturale di una reazione cattocomunista ad una dittatura infelice. ma adesso, dopo 70 anni!! se ne può riparlare.
    Bersai, Di Pietro: due vetero sconcezze politiche.

  30. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 06:48

    @augusto: speriamo che stavolta la storia sia diversa.

    @claudio: parli della Costituzione come parlassi di Topolino. Ecco dove sta il pericolo: il vostro mentore unto dal signore vi fa credere cose molto, molto pericolose per questa democrazia. E voi, gli andate dietro senza farvi alcuna domanda.
    P.S. Se poi mi spieghi cosa c’entra la Costituzione con le carte per aprire le attività o per piantare chiodi sui muri (!!!) mi fai un piacere…

  31. claudio permalink
    giugno 10, 2010 07:13

    simOn3
    mah. intendo affermare che siamo mentalmente occupati nel discutere di inutili massimi sistemi e non vediamo l’immensità del problema: da laureato in giurisprudenza, ricordo, in diritto costituzionale, il fascino della purezza normativa. Poi l’applicazione?… Grandi teorie e pessima prassi. ma il problema è anche altrove. Soprattutto nella perdita di identità e di valori sociali condivisi. senza fanatismo. (cfr. Enrico Berlinguer – questione morale).
    quanto ai chiodi, ribadisco. per creare finta occupazione, si sono create delle sacche burocratiche totalmente impeditive. chiedi a chi vuoi. Vai a vedere come funziona la Svizzera amministrativa e ti accorgerai, a partire dal bollino autoadesivo delle autostrade, come siamo ad una distanza mentalmente siderale. Già ma dobbiamo mantenere i casellanti, le loro ferie, i telepass e chi ci lavora dietro… le viacard, le smagnetizzzazioni, i punti blu un gran casino per niente… già ma le lobbies sindacali? dove le mettiamo? vivo una volta sola pensando, rispettosamente, a chi mi seguirà. poveretto.

  32. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 07:22

    Scusa Claudio, ti ho scambiato per un troll berlusconiano da liquidare in due parole. Invece vedo che si può intavolare un discorso serio. Sulla burocratizzazione del “sistema Italia” sono fondamentalmente d’accordo con te. In parte anche per quanto riguarda le “sacche impeditive” create per la finta occupazione ti seguo. C’è però un passaggio che salti: Berlusconi non vuole modificare le linee guida del paese per porre soluzione a questi problemi. In tal caso, auspicherei una discussione, anche per riformulare alcuni aspetti della Costituzione. Berlusconi, purtroppo, vuole soltanto vedere aumentati i propri poteri, per proseguire a fare il bello e il cattivo tempo più di quanto non lo faccia già ora. E porre più poteri nelle mani di un tizio come lui, significa giocarsi la democrazia, con tutto ciò che segue. Saluti e scusa per come ti ho liquidato prima.

  33. FRANCESCO permalink
    giugno 10, 2010 07:31

    Vorrei tanto sperare che il popolo reagisca, ma sono molto dubbioso, in quanto buona parte della popolazione italiana non e’ nemmeno in grado di capire che stiamo scivolando verso la dittatura, con l’attuazione del programma della p2. Inoltre essendo oltre ad essere un popolo del quale vergognarsi totalmente,gli italiani(lo scritto in minuscolo appositamente)sono menefreghisti, sudditi,senza coscienza e dignita’,ai quali l’unica cosa che interessa e’ che qualcuno gli riempia il piatto, poi se questo e’ un dittatore.un mafioso o un farabutto non importa, e quelli come noi che riusciamo a comprendere queste cose trra un po’ ci faranno passare come pazzi. Il terrorismo fortunatamente non tornera’, ma potrebbe capitare una cosa peggiore e cioe’ che tanta brava gente che ama veramente questo paese(non come la spazzatura che ci governa)esasperata da Berlusconi ,Bossi ed altri imbecilli reagisca individualmente. Comunque se l’opposizione si sveglia a questo punto puo’ ricattare la Lega, non facendo piu’ nessun accordo per il federalismo, che e’ l’unica cosa che interessa ai caproni verdi, i quali stanno vendendo la poca dignita’ che hanno a Berlusconi in cambio di una finto federalismo, ma che ha come unico scopo la scissione.

  34. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 07:33

    Francesco, quella sul federalismo è la strada giusta. E’ un ricatto, e dunque censurabile, però credo sia una carta che l’opposizione deve giocare…

  35. claudio permalink
    giugno 10, 2010 07:34

    sim0n3
    figurati. scuse accettate. che berlusconi sia li a contrastare chi lo vuole distruggere, mi pare chiaro. una lotta senza quartiere allo scopo primario di tutelare i propri interessi di craxiana benedizione.
    L’individuo, lungi dal rappresentare il fulgido esempio anelato, ha solo elaborato parte di una condivisibile analisi. se non si chiamasse Berlusconi, l’opinione godrebbe di maggior credito.
    ciò che, in realtà, è odioso è che il cittadino è ostaggio di tutti questi maledetti! da Formigoni che ha oscurato il cielo di Milano con il Centro Direzionale con il placet dei fanatici di CL, a Bossi che dopo la prebenda mensile di € 15.000 per il figlio idiota, vuole le Banche, a Bersani, demagogo populista, a Di Pietro che dopo la lodevole stagione, si rivela un terrone ignorante, a Mastella che assiste al Gran Premio con 150 persone al seguito, alle aurto blu, ai buoni taxi….. no dai!

  36. francesco permalink
    giugno 10, 2010 07:38

    SONO PIENAMENTE D’ACCORDO-IL DUCE SI STA’ PREPARANDO A REGNARE:VEDI IL DOCUMENTARIO DELLA GUZZANTI(DRAQUILA)MI E’ SEMBRATO UNA PROVA PERFETTA DEL (PROSSIMO) EVENTUALE COLPO DI MANO????????????

  37. Anonimo permalink
    giugno 10, 2010 07:45

    li dobbiamo fermare!! con le buone o con le cattive. qui ci dovrà essere una sorta di disobbedienza civile. non si possono accettare tali situazioni.
    con la legge bavaglio che frena le intercettazioni e il lavoro dei PM andremo allo scatafascio; ne vedremo delle belle!!!!

  38. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 07:51

    @anonimo: scusami, ma le cattive non esistono. La disobbedienza civile sì. Purché sia civile. Su quella siamo d’accordo.

    @raul: se continui a scrivere inciviltà non pubblicherò neppure una virgola. Hai un record da sfoggiare al bar con gli amici: hai scritto i primi due commenti censurati della storia di questo blog. Complimenti.

  39. carlo di figlia pignatello viareggio-mistretta permalink
    giugno 10, 2010 08:02

    polinord:la tua litania nulla ha da vedere con le esternazioni del banana-come lo chiama travaglio e come ne fa la caricatura Altan-.Fai finta di non capire,la gravita della affermazione fatta dal tuo idolo.”inferno rispettare la costituzione,per governare ,etc…etc….”Prima di criticare,devi sempre premettere che l’italia E’ uno stato di diritto! chiaro polinord?.Ricordati che il giorno che ha accettato di fare il capo del governo ,banana ha giurato sulla costituzione,davanti al capo dello stato.E siccome fino a quanto c’è questa costituzione,il tuo capo la deve rispettare.Mi chiedo e ti chiedo se attaccare la costituzione e la corte costituzionale,o la magistratura, non sia atto perseguibile,per grave lesione del diritto vigente.Costui ti imbonisce di spot pubblicitari,come imbonisce gli italiani che lo votano,con affermazioni di effetto.E siccome si deve tutelare dalle intercettazioni,e ha dato ordini votare tutti e per subito detta legge,per fare ciò,deve fuorviare gli italiani con le sue uscite eclatanti.Ancora ti chiedo:ti sembra giusto attaccare anno zero,ballarò,e osannare porta a porta di bruno vespa?E’ democratico far dirigere il tg uno a minzolini,e al conytrario attaccare il tg3? E’ giusto avere emilio fede,feltri,belpietro al suo servizio,e attaccare repubblica ,l’unità,il fatto quotidiano tutti i giorni?
    Lo sai che in questo momento detiene anche la carica di ministro del fù scaiola,in spregio all’intelligenza degli italiani che ragionano,e minaccia di non firmare gli atti della rai? E’giusto che lo faccia colui che detiene mediaset,concorrente della rai?polinord ma non ti schifano queste arroganze di questo arrogante prepotente?
    carlo di figlia pignatello viareggio-mistretta

  40. max permalink
    giugno 10, 2010 08:11

    purtroppo sono arrivato alla conclusione (che ovvietà) che questa è l’Italia che ci meritiamo, siamo tutti in un modo o nell’altro talmente anestetizzati che non riusciamo spesso nemmeno capire quali siano i veri problemi dal gossip quotidiano, tutto questo perche ho la “fortuna” di lavorare dietro il bancone di un bar, e purtroppo quello che mi tocca sentire dalle persone che ho di fronte spesso mi lascia interdetto.
    buongiorno

  41. Lello permalink
    giugno 10, 2010 09:10

    Mi sembra che gli intervenuti al dibattito siamo più o meno stanchi del degrado sociale e politico in cui versa il nostro Paese. E ognuno cerca di trovare la propria soluzione per arginare questa deriva. Ma per far fronte comune occorre che si parta dal ragionare comune dell’ origine di questo sfacelo, che secondo il mio parere, Berlusconi sta attuando non come “Statista”, ma come mero esecutore del progetto golpista della P2 di Licio Gelli, la cui loggia segreta ha annoverato tra i suoi adepti Berlusconi stesso, Dell’Utri, Cicchitto ed altri.
    Il progetto era di distruggere lo stato sociale di questo Paese, ridimensionare od annullare i diritti dei lavoratori acquisiti con dure lotte, attraverso il cambiamento radicale della nostra Carta Costituzionale nata dal movimento democratico e antifascista dopo la Resistenza.
    Cambiare lo Stato parlamentare rappresentativo degli Italiani in una Azienda. Dove le leggi sono promulgate da un Consiglio di Amministrazione ed i Ministri sono a capo di tante Spa.
    Non bisogna andare tanto indietro con la memoria per ricordare che la Spa Esercito è già nata e che il complesso della Protezione Civile non è forse un’altra Spa????
    Cosa stiamo aspettando ancora, la Spa dell’Istruzione, o quella della Sanità o quant’altro????
    Le opposizioni che siedono al Parlamento perchè non trovano il modo per ricercare un fronte comune anche con i soggetti attivi della società per attaccare e sconfiggere questo disegno??

  42. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 09:17

    @max: ci credo che ti lasciano interdetto. Anch’io ho lavorato per un po’ al pubblico ed il qualunquismo è dilagante.

    @lello: finalmente una soluzione percorribile e civile: ricercare un fronte comune con i soggetti attivi della società. Sottoscrivo.

  43. alessandro permalink
    giugno 10, 2010 09:21

    berlusconi e un problema. ma il vero problema e l’apatia delle persone a quello che gli sta succedendo intorno, non c’e piu voglia di lottare e sinceramente non riesco a capire perche. forse anche perche la sinistra ci ha messo del suo per arrivare a questo disastro.

  44. aldo permalink
    giugno 10, 2010 11:49

    ……..sbaglierò ma se continua cosi…
    si respira un’aria troppo fetida

  45. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 12:00

    @alessandro: quello dell’apatia a ciò che accade è un problema atavico del popolo italiano.

    @aldo: scusami ma ho dovuto modificare parte del tuo commento. Certe cose non posso farle passare. Sull’aria fetida che si respira però sono d’accordo con te.

  46. Adriana Dionisi permalink
    giugno 10, 2010 12:16

    Non credo ci sia speranza:
    Chi non ha più nessun potere è proprio il presidente della repubblica, se no non avrebbe firmato la manovra
    l’opposizione di Fini è rientrata (ognuno pensa ai … culi suoi)
    Di Pietro esagera come al solito ed è scivolato su una buccia di banana (se sia colpevole o meno non ha nessuna importanza a questo punto)
    Bersani ha solo fifa perché sa di non essere in grado di cambiare niente
    Casini continua a saltare di qua e di là e non ha un minimo di pudore e di serietà
    Quindi non ci resta che piangere.
    Forse se Bossi s’incazza sul serio per il federalismo romperà l’alleanza con B. e proclamerà l’indipendenza della Padania. Allora che farà B.? Manderà l’esercito (magari composto anche da veneti e lombardi)?
    Quanto alla rivolta di piazza non ci spero (mi tocca dire così) proprio: figuriamoci, ora cominciano i mondiali! Il panem è diminuito, ma i circenses non mancano.
    La cosa che temo di più sarà quando cominceranno la persecuzione politica, le liste di proscrizione, le denunce, la chiusura dei giornali: allora bisognerà guardarsi dal vicino, dall’amico e anche dal parente. Dio (ammesso che ci sia) non voglia …

  47. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 12:19

    Adriana, la tua analisi dell’attuale situazione politica è molto lucida e pienamente condivisibile. Non credo, tuttavia, si arriverà mai a liste di proscrizione e chiusure di giornali. Certo, il rischio di avere una dittatura in formato light (lasciando cioè ad un nugolo di sfigati la parola per opporsi senza giungere mai a risultati) è alto…

  48. Fernando permalink
    giugno 10, 2010 14:20

    Per fortuna che non può far niente ,immaginate se potesse fare tutto quello che vuole……………..la Romania di Ceucescu sarebbe stata come il paradiso.

  49. fabio permalink
    giugno 10, 2010 15:22

    Ancora non riusciamo a capire che l’unica vera opposizione è l’Italia Dei Valori,cerchiamo sempre di trovare qualche cavillo per incriminare A.Di Pietro, facendo il gioco di quella massa di delinquenti che sono al governo.Sosteniamo con forza tutti assieme questo movimento affinchè con la sua forza possa essere la vera alternativa a questo governo di criminali senza scrupoli. Viva l’ITALIA delle persone oneste!

  50. giugno 10, 2010 17:02

    carissimi,
    sono entrata in questo blog per caso. condivido a pieno la preoccupazione per il turbo che ha inserito il Governo. d’altronde non ha trovato nessun ostacolo da parte del popolo, e quando si è organizzato in manifestazioni civili, ovvero senza alcun potere di decidere, ma semplicemente per esprimere dissenso collettivo, hanno oscurato le notizie, minimizzando.

    Io mi domando che fine ha fatto il Parlamento, dove oltre alla coalizione di Berlusconi, dovrebbe esserci l’opposizione con potere di proporre e bocciare leggi.
    Sono però contenta (magra consolazione, certo) di aver trovato in questo blog tante persone con la voglia di lottare per i nostri diritti. Forse non tutto è perduto…

    segnalo questo interessante articolo di Micromega:
    http://temi.repubblica.it/micromega-online/i-politici-non-vogliono-sapere/
    e questo sull’unità d’Italia:
    http://scriviapenelope.wordpress.com/2010/06/09/lunita-ditalia-essere-italiani-e-di-sinistra/

  51. giugno 10, 2010 17:06

    popolo, e quando si è organizzato in manifestazioni civili, ovvero senza alcun potere di decidere, ma semplicemente per esprimere dissenso collettivo, hanno oscurato le notizie, minimizzando.

    Io mi domando che fine ha fatto il Parlamento, dove oltre alla coalizione di Berlusconi, dovrebbe esserci l’opposizione con potere di proporre e bocciare leggi.
    Sono però contenta (magra consolazione, certo) di aver trovato in questo blog tante persone con la voglia di lottare per i nostri diritti. Forse non tutto è perduto…

    segnalo questo interessante articolo di Micromega:
    http://temi.repubblica.it/micromega-online/i-politici-non-vogliono-sapere/
    e questo sull’unità d’Italia:
    http://scriviapenelope.wordpress.com/2010/06/09/lunita-ditalia-essere-italiani-e-di-sinistra/

  52. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 18:26

    @fernando: ci sono rimasti due o tre baluardi, ma se continuiamo così cadranno anche quelli e B. potrà fare ciò che vuole.

    @fabio: l’Italia dei Valori è esattamente l’altra faccia del Pdl. E Di Pietro sta nel centrosinistra solo perché Berlusconi sta dalla parte opposta…

    @francesca: la tua speranza è la mia speranza. Cambiare questo paese si può. E si può farlo civilmente. P.S. Complimenti per il tuo blog.

  53. stefano bellu permalink
    giugno 10, 2010 19:12

    E’ vero la colpa è tutta di D’Alema come al solito, la crisi internazionale, calciopoli, tangentopoli…

  54. sim0n3 permalink*
    giugno 10, 2010 19:16

    Anche affittopoli, perché lui è come Scajola: si è preso una casa pagata da noi contribuenti…

  55. giugno 11, 2010 13:25

    Lo cambieremo, questo Paese.
    non lasciateci soli. noi ci abbiamo provato tanto tanto tempo fa, in quegli anni che ora si ricordano, chissà perchè, come “il male”.
    Si può fare con altri metodi. i nostri, Simo, erano evidentemente sbagliati…
    p.s. anche a te complimenti. bell’attività coinvolgente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: