Skip to content

Sprimariamoci

dicembre 17, 2010

L’intervista di oggi del segretario a Repubblica fa divampare il dibattito (che è un po’ quello che anticipavo un paio di post più sotto): allearsi col terzo polo e sfanculare le primarie, come dice Bersa, o buttarsi a sinistra fra le braccia del vendolismo, come vuole la ggente? Lo scambio di vedute ferve alla grande, con tanto di commenti al vetriolo sul sito del Pd di militanti che promettono di stracciare tessere e di stracciarsi le vesti in caso di patto con Fini e Casini e di addio al più grande momento di democrazia diretta della storia politica italiana (ma siamo sicuri?). Il bello (o il brutto) è che tutto questo bailamme è perfettamente superfluo. Il vertice del partito ha già deciso: si andrà coi centristi perché per loro questa è la sola via che conduce alla vittoria delle elezioni. Si sbagliano, mi pare chiaro. Ma si sbagliano anche tutti coloro che credono alla riscossa del sol dell’avvenire vendoliano e alla riproposizione del “modello Puglia” su scala nazionale. Ci siamo già caduti con W e il suo “modello Roma”, perseverare sarebbe davvero diabolico. Ecco perché, alla fine, come la si gira la si gira per il Partito Democratico la situazione è tragica. In entrambi i casi, alleanza col terzo polo o con Idv e Sel, le elezioni si perdono. Anche se nel caso di alleanza a sinistra forse non si perderebbero né la faccia né il rapporto con l’elettorato. E, di questi tempi, non è affatto poco.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. emi permalink
    dicembre 18, 2010 19:51

    Ho conosciuto personalmente Vendola quando militavo nella FGCI e io restai affascinata dai suoi discorsi, forse un po’ “filosofici”, quasi poetici a volte, ma sempre centrati sui temi della discussione. Sono per allearci con lui che almeno ha il coraggio di mantenere la parola Sinistra!

  2. sanbitter permalink
    dicembre 18, 2010 22:32

    Dai che la soluzione già ce l’abbiamo.
    Primo non siamo noi ad allearci con Vendola, è lui che si allea con noi. Sembra un sofisma, ma invece è sostanza.
    Secondo: alla Camera da soli con chi ci sta (Vendola e DiPietro)
    Terzo: Al senato desistenza con il centro.
    Male che vada B. non avrà la maggioranza in entrambe le Camere.
    Che te ne pare?

  3. sim0n3 permalink*
    dicembre 20, 2010 23:19

    @emi: occhio, però: quello di Vendola è un altro partito personale nato e costruito intorno alla sua figura. Ha detto bene Bersani nel discorso del 14 alla Camera: “affidare tutto ad una sola persona, che venga da Arcore o da Canicattì non porta lontano…”

    @sanbitter: non so sinceramente. Stavolta con 3 “poli” a confrontarsi, specie per il Senato, la situazione è molto più ingarbugliata del solito…

  4. emi permalink
    dicembre 22, 2010 17:15

    A me l’idea di stare con i fascisti, travestiti da centristi, e con i democristiani e dimmi quello che vuoi ma non lo digerisco. Quello di Vendola sarà anche un partito costruito intorno alla sua persona ma almeno con lui condividiamo le origini, siamo militanti d’infazia!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: