Skip to content

Non esistiamo più, ma per il resto tutto bene

febbraio 17, 2011

Un gruppo parlamentare nato il 30 luglio 2010 con trentacinque deputati e dieci senatori, che si ritrova sette mesi dopo con nove fuoriusciti e con un fallimento colossale come quello del 14 dicembre alle spalle, obiettivamente fa ridere. Nonostante i tentativi di salvataggio sulla linea di Fini, che oggi si abbandona alla ricerca del soccorso delle urne manco fosse un Silvio qualunque, Futuro e Libertà prosegue su una strada che non porta lontano: quella dell’ambiguità. Una dimostrazione in più del fatto che dietro la scelta del Presidente della Camera di abbandonare Berlusconi non c’era la volontà di creare una destra riformatrice all’europea, ma solo la necessità di ritagliarsi uno spazio più ampio nel centrodestra. Una decisione, per ora, tremendamente somigliante ad un fallimento.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: